Sei ipotetici sopravvissuti della Storia. Vivi per anni, decenni. Secoli

martedì 17 settembre 2013

I BORGIA TORNANO SU LA7, ECCO COME CESARE DESCRIVE LUCREZIA NEL LIBRO SOPRAVVISSUTI.





La serie tv “I Borgia” torna su LA7 sabato alle 21.10 (non perdetela!) con gli intrighi di questa famiglia, le manovre e i piani per ottenere sempre più potere e prestigio. Ecco qui sotto come Cesare Borgia (nell'immagine della serie con la sorella Lucrezia) parla, descrivendolo in prima persona, del suo rapporto con la sorella Lucrezia, passata alla storia come un’avvelenatrice e una donna tra le più pericolose, nel mio libro (e ebook) Sopravvissuti:



Debbo dire che Lucrezia era davvero una donna fuori dal comune: oltre che bella, era intelligente, conosceva la politica e s’interessava delle arti, amava la poesia e parlava varie lingue. Avevamo un rapporto stretto, tanto che in molti malignarono su questo, ma per me si trattava solo di una donna, in quanto tale sacrificabile per le mie mire politiche, così come in precedenza aveva fatto mio padre. Per Alessandro VI, mio padre e per me, Lucrezia era una pedina utile da muovere a seconda delle alleanze politiche che volevamo stipulare, anche per questo si sposò più volte, obbedendo a ciò che maggiormente conveniva alla casata dei Borgia in quel momento. Fui io stesso ad uccidere uno dei suoi mariti, senza provare per questo repulsione per me stesso o sensi di colpa nei confronti di Lucrezia, avendo fatto solo ciò che dovevo. Lucrezia però, al contrario di mio padre, non mi perdonò mai per quell’episodio. Uccidere per me era naturale, quasi divertente perché ogni volta serviva a difendere i miei possedimenti o a espandere i miei territori e la cosa buffa è che pur essendo stato io ad utilizzare il veleno, ogni volta che non volevo sporcarmi personalmente le mani strangolando qualcuno o passandolo a fil di lama, fu Lucrezia ad essere accusata più volte di averlo fatto, un’accusa che mi guardai bene dallo smentire perché per me era più facile far ricadere colpe sulla sorella che amavo.


I Borgia in tv:
http://www.la7.it/iborgia/index.html

Nessun commento:

Posta un commento