Sei ipotetici sopravvissuti della Storia. Vivi per anni, decenni. Secoli

mercoledì 4 settembre 2013

JFK, il Presidente è sopravvissuto?




Quest’ipotesi, devo ammetterlo, è una di quelle che ancora non avevo sentito. Pare che da anni, praticamente dal giorno dell’attentato al Presidente John Fitzgerald Kennedy nel 1963 si mormori che JFK sia in realtà sopravvissuto all’attentato di Dallas.

Colpito alla testa da un proiettile (sono drammatiche le scene con la First Lady che raccoglie dalla parte posteriore dell’auto frammenti del cranio del marito) già dagli anni Sessanta moltissimi non credettero alla morte del Presidente Kennedy, pensando che dopo l’attentato fosse rimasto in stato vegetativo, quindi incapace di parlare, di ragionare, di muoversi, ricoverato in qualche clinica segretissima. Incapace di intendere, ma sopravvissuto.

Chissà se è vero, tenuto conto che su molti uomini e donne della Storia c’è sempre chi afferma di credere nella loro sopravvivenza. L’unica certezza è che, se anche JFK non fosse morto allora, la Storia, viste le sue condizioni, non sarebbe cambiata rispetto a quanto accadde poi.


Scoprite i protagonisti del libro Sopravvissuti: Anna Bolena, Anastasia Romanov, la contessa sanguinaria Erzebeth Bathory, Adolf Hitler, Rodolfo d’Asburgo e Cesare Borgia. Ipotesi sulla loro presunta sopravvivenza…


Nessun commento:

Posta un commento